Contattaci subito: 055 5387207
la chirurgia plastica estetica

Centro Laser Firenze – chirurgo plastico dott Fabio Quercioli

Adiposità e cellulite

Richiedi informazioni

Elimina cellulite e adipe in modo sicuro e indolore, rimodellando e rassodando il tuo corpo con la nuova cavitazione medica abbinata a radiofrequenza

La cavitazione medica, se svolta da personale competente, impiegando macchinari professionali di qualità elevata, rappresenta un metodo efficace e mini invasivo per eliminare la cellulite e gli accumuli di adipe localizzato.
Permette di ottenere risultati ottimi e duraturi con un ciclo di 6 o più sedute ambulatoriali, e può costituire una valida alternativa per chi non vuole o non può sottoporsi alla liposuzione chirurgica.

Il nuovo sistema combinato MC1 Multipower offre un vantaggio in più rispetto al trattamento tradizionale di cavitazione medica. Abbinando la radiofrequenza agli ultrasuoni, permette di ottenere insieme alla perdita di centimetri la tonificazione e il ringiovanimento dei tessuti.

                                                                 *******

Il trattamento di cavitazione medica praticato con l’innovativa piattaforma MC1, sfrutta la sinergia degli ultrasuoni e della radiofrequenza, al fine di ottenere i migliori risultati di lipolisi e di rimodellamento del corpo:

– l’ultrasuono a bassa frequenza ha la capacità di penetrare in profondità nei tessuti, “bombardando” con la sua azione termica e meccanica le cellule adipose; ciò provoca al loro interno la formazione di microbolle di vapore, e un aumento di pressione tale che la loro membrana esterna si rompe, permettendo la fuoriuscita degli acidi grassi (effetto di cavitazione), i quali si liberano nell’organismo e vengono fisiologicamente eliminati.

– la radiofrequenza, come dimostrato da numerosi studi, è in grado di promuovere la produzione di collagene e elastina, migliorando notevolmente la compattezza e il tono dei tessuti, con risultati progressivi che si consolidano nel tempo.

Per un effetto di snellimento e rimodellamento a 360°, infine, la piattaforma MC1 è dotata di un manipolo specifico per il linfodrenaggio.

 

Come funziona il trattamento di cavitazione medica

Durante la seduta, l’operatore passa sull’area da trattare uno speciale manipolo per cavitazione, che genera un potente fascio di ultrasuoni a bassa frequenza. Grazie al costante controllo elettronico,  gli ultrasuoni sono modulati in modo tale da penetrare in profondità nei tessuti in totale sicurezza, senza creare danni o sensazioni di fastidio.

Il manipolo ultrasonico è dotato di un generatore di vuoto, che ha la funzione di creare con molta delicatezza una plica di tessuto, irradiandola su entrambe le pareti laterali per convogliare la maggior quantità possibile di energia sulle masse adipose.

Il passaggio ripetuto del manipolo induce all’interno delle cellule di adipe colpite fenomeni termici, meccanici, chimici e fisici, che ne provocano la rottura:

• l’effetto termico aumenta la microcircolazione, e quindi il volume delle cellule adipose

• l’effetto meccanico, che si espleta con micro oscillazioni verso zone con pressione minore, provoca variazioni della permeabilità della membrana delle cellule

• l’effetto fisico (di cavitazione) si espleta con la formazione di microbolle di vapore all’interno degli adipociti, che ne danneggiano la membrana protettiva facendo fuoriuscire gli acidi grassi (trigliceridi). Le cellule adipose così danneggiate sono eliminate definitivamente e non possono riformarsi.

Dopo ogni seduta, i grassi liberati raggiungono il fegato attraverso le vie linfatiche, e vengono metabolizzati ed eliminati dall’organismo come qualsiasi grasso alimentare.  
Per favorire questo processo, evitando di appesantire l’organismo, ogni seduta di cavitazione è accompagnata dal linfodrenaggio, che favorisce l’apertura delle stazioni linfatiche.

Effettuando la cavitazione medica con la nuova piattaforma MC1 Multipower si ottengono contemporaneamente più vantaggi; oltre alla lipolisi, ossia lo scioglimento delle cellule adipose, il trattamento favorisce il rassodamento dei tessuti, grazie all’azione profonda della radiofrequenza che provoca la contrazione del collagene e stimola la formazione di nuovo collagene e fibre elastiche nel derma.

La perdita di centimetri si accompagna ad un visibile miglioramento dell’aspetto della cute, che appare fin dalla prima seduta più tonica ed elastica.

 

Quando è indicato il trattamento

Il trattamento di cavitazione medica è ambulatoriale e non invasivo, è adatto perciò a pazienti adulti di ogni età, che desiderano eliminare accumuli adiposi localizzati che resistono alla dieta e all’attività fisica.
E’ necessario essere in buono stato di salute, poiché i trigliceridi  fuoriusciti dalle cellule adipose per effetto del trattamento devono essere assorbiti dal sistema linfatico ed eliminati attraverso il metabolismo, il che richiede un pur modesto impegno dell’organismo.

E’ sconsigliato nei seguenti casi:

 

– pazienti affetti da patologie del sistema immunitario, dislipidemie croniche, malattie del fegato, del cuore, della tiroide, dei reni e dell’apparato urinario

– pazienti che soffrono di disordini della coagulazione, tromboflebiti e connettivopatie

– pazienti in cura con farmaci liposolubili, antinfiammatori e antitumorali

– portatori di pacemaker, protesi metalliche di qualsiasi genere e protesi acustiche

– pazienti trapiantati

– donne in gravidanza, o che utilizzano la spirale (se deve essere trattata la zona addominale)

In alcuni casi, in base alle esigenze del paziente, la cavitazione medica può essere potenziata tramite infiltrazione nel tessuto adiposo di soluzione fisiologica con lidocaina oppure di farmaci lipolitici con lidocaina, per potenziare l’effetto lipolitico, secondo il parere del medico.

 

Quali zone possono essere trattate

Possono essere trattate le adiposità localizzate in varie zone del corpo, come braccia, addome, fianchi, gluteigambe (regione trocanterica, ginocchia, caviglie).

La cavitazione non è specifica per il trattamento del viso, del collo, di mani e piedi, dei genitali.

Nel corso delle sedute, il pannicolo adiposo delle zone trattate si riduce progressivamente e in maniera definitiva, perché la membrana delle cellule di grasso viene parzialmente distrutta, e gli acidi grassi liberati vengono eliminati in via definitiva attraverso il metabolismo, come si trattasse di un qualsiasi grasso alimentare.

 

Ottimizzare i risultati del trattamento

La cavitazione è un trattamento estremamente efficace nel ridurre lo spessore delle adiposità localizzate e della cellulite, praticamente indolore e privo di effetti collaterali, salvo, in qualche caso, un lieve eritema o gonfiore della zona trattata, che si risolve spontaneamente.
Questo trattamento, tuttavia, richiede un certo impegno dell’organismo per metabolizzare ed eliminare gli acidi grassi fuoriusciti a livello locale dalle cellule adipose “danneggiate”.
Per questo motivo, è molto utile accompagnare il trattamento con una dieta adeguata, consigliata dal medico, bevendo molta acqua e svolgendo sedute di pressoterapia.

Il macchinario per pressoterapia effettua un drenaggio veno-linfatico profondo, ed è particolarmente efficace per rimuovere liquidi accumulati, distendere e tonificare pelle e muscoli, ridurre l’aspetto della cute a buccia d’arancia.
Il “massaggio” della pressoterapia GP Drain, molto piacevole e rilassante, si effettua distesi su un lettino, indossando una fascia addominale e due speciali gambali (dotati ciascuno di 9 settori indipendenti, disposti a spina di pesce), che esercitano una delicata spinta pressoria che si sovrappone gradualmente senza interruzioni.
Questo delicato metodo di massaggio è stato studiato per eliminare il reflusso sanguigno e “svuotare” dolcemente le gambe e i tessuti dell’addome dai liquidi, dal basso verso l’alto, in maniera continuativa e lenta, rispettando l’attività del sistema linfatico.